Telespazio: lunedì sciopero nazionale, a Napoli chiesto incontro con Caldoro

NAPOLI - La Legge di Stabilità preoccupa la Uilm Campania anche per igli effetti negativi che ha sul settore spazio, uno dei pochi trainanti in regione. Lo sottolinea una nota firmata dal segretario regionale Giovanni Sgambati che esprime "serie preoccupazioni per quanto non previsto" dalla norma. "Nonostante gli impegni assunti dal Governo - spiega - nella legge di stabilita' non sono previste risorse per l'anno 2015 per il settore spazio. Cio' metterebbe a duro rischio la tenuta dei vari centri spaziali, compreso quello di Telespazio Napoli, e potrebbe aprire la strada all'attivazione di cassa integrazione oltre che bloccare i vari programmi/progetti in corso, nonche' spianare la strada alla chiusura del centro di eccellenza della sede di Napoli della Telespazio". Proclamato uno sciopero nazionale di 4 ore per il primo dicembre con manifestazioni e presidi territoriali. Uilm Campania e le categorie di settore "chiedono di essere ricevuti dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro"quello stesso giorno "per esporre le ragioni dello sciopero e consegnare le preoccupazioni conseguenti ai tagli previsti dalla legge".

In evidenza
News recenti
Cerca dai Tags
Seguici
  • Twitter Blue Gumdrop
  • Facebook Pink Gumdrop

© 2020 UILM CAMPANIA. Website a cura di Primapress.it

  • c-facebook
  • Twitter Classic