Magneti Marelli: Accurso «Salvaguardati i posti di lavoro dei 347 lavoratori»



NAPOLI - Buone notizie per i 347 lavoratori della Magneti Marelli di Napoli per i quali azienda è sindacati oggi hanno siglato un accordo per cui termineranno in anticipo i contratti di solidarietà e dunque a giugno rientreranno a tempo pieno a lavoro nello stabilimento partenopeo. “Siamo soddisfatti e particolarmente orgogliosi – commenta Antonio Accurso (nella foto in basso), segretario generale Uilm Campania - di aver portato a compimento gli impegni presi con i lavoratori nei momenti più drammatici della vertenza, affermando che tutti dovevano trovare una soluzione adeguata”. “Il nostro impegno – prosegue Accurso - è stato pervicacemente teso al raggiungimento di questo obiettivo e tra l’altro poiché la Uilm esprime tra i lavoratori di questo stabilimento oltre il 50% di adesioni, siamo riusciti a mantenere una maggiore presenza costante al fianco dei dipendenti”. Si conclude in modo positivo così un articolato programma di interventi per mettere in sicurezza le tute blu della Magneti Marelli di Napoli. Nel 2008 dopo l'accorpamento dei siti di Napoli, Marcianise e Caivano, inizia una vertenza complicata e drammatica per i circa 1000 lavoratori, che è stata affrontata con più soluzioni e in tempi diversi. Nel 2011 circa 250 addetti sono stati collocati a Pomigliano nel progetto Panda e altri 50 spostati su base volontaria in diversi stabilimenti dello stessi gruppo. Nel luglio del 2017 poi in 250 sono stati trasferiti alla PSMM di Gricignano in una nuova iniziativa dell’azienda capitanata dall'imprenditore Stirpe. Nel frattempo circa 100 dipendenti sono stati interessati da mobilità incentivata o dalla pensione. “Oggi – conclude il leader della Uilm Campania - si conferma la salvaguardia dei posti di lavoro dei restanti 347 addetti che resteranno nel sito industriale di Napoli, grazie ad investimenti per 3 milioni di euro”. Le commesse che satureranno lo stabilimento riguarda la produzione di componenti in plastica per Fiat 500x e per l’Alfa Giulietta, ricambi paraurti sempre Fiat, raschiavetri per Panda e Renegade nel sito Fca in Brasile.

In evidenza
News recenti
Cerca dai Tags
Seguici
  • Twitter Blue Gumdrop
  • Facebook Pink Gumdrop

© 2020 UILM CAMPANIA. Website a cura di Primapress.it

  • c-facebook
  • Twitter Classic